La meraviglia della Pace

Amazing Peace

In quindici settimane, ogni lunedì mattina, ho provato a tracciare un ritratto di Maya Angelou e a mostrare un sentiero nella complessità e quantità della sua opera poetica. Abbiamo potuto leggere, in molti casi per la prima volta in traduzione italiana, l’amore di Maya verso il suo popolo e verso la vita; ascoltare e vedere le parole e le immagini di molte persone che l’anno accompagnata nelle sue avventure umane e professionali; sentire l’orgoglio e la forza, così come la fragilità e la sensibilità; scoprire gli amori e dolori nella sua straordinaria capacità di guardare il mondo senza mentire a se stessa e agli afro-americani cui le sue parole danno voce.

Il Natale è alle porte. Oggi voglio condividere con tutti i lettori di Bastart la traduzione di Amazing Peace – A Christmas poem, un testo scritto proprio per celebrare lo spirito del Natale senza moralismi e privo di retorica. Piuttosto un vero e proprio canto di Pace.


 

La meraviglia della Pace

 

Un tuono rimbomba nei passi di montagna

e il fulmine tintinna sui cornicioni delle nostre case.

Nelle strade ci aspettano acque torbide.

 

La neve cade sulla neve, cade sulla neve a valanga

sui villaggi indifesi.

Il cielo si fa grigio e minaccioso.

 

Noi ci interroghiamo.

Cosa abbiamo fatto per offendere la natura?

Ci preoccupiamo di Dio.

Ci sei? Ci sei davvero?

È ancora valido il patto che hai stretto con noi?

 

In questo clima di apprensione e paura, arriva il Natale,

luci grondanti di gioia, squillanti campane di speranza

si intonano al cielo canti di perdono nell’aria tersa.

Il mondo è invitato ad abbandonare la strada del rancore,

c’è la via dell’amicizia.

 

È la lieta stagione.

Il tuono si concede al silenzio e il fulmine dorme tranquillo in un angolo.

Le acque torbide si perdono nel ricordo.

La neve diventa un morbido cuscino per assisterci

mentre continuiamo il cammino verso una terra più vicina al cielo.

 

La speranza rinasce nei volti dei bambini

sale sulle spalle degli anziani che camminano nei loro tramonti.

La speranza si diffonde sulla terra. Allietando il creato,

anche l’odio si acquatta rintanandosi in corridoi bui.

 

Nella nostra gioia, pensiamo di sentire un sussurro.

In un primo momento è così tenue. Poi si sente solo un po’.

Ascoltiamo con attenzione come aumenta di intensità.

Sentiamo una specie di dolcezza.

La parola è Pace.

È forte ora. Più forte.

Più forte dell’esplosione delle bombe.

 

Fremiamo a quel suono. Siamo eccitati per la sua presenza.

È quello di cui siamo affamati.

Non solo l’assenza della guerra. Ma la vera Pace.

Un’armonia dello spirito, un ristoro di cortesia.

Sicurezza per i nostri cari e i loro cari.

 

Battiamo le mani e accogliamo la Pace del Natale.

Invitiamo questo buon periodo a rimanere un po’ con noi.

Noi, Battisti e Buddisti , Metodisti e Musulmani, diciamo vieni.

Pace.

 

 

Vieni e riempi noi e il nostro mondo con la tua maestosità.

Noi, l’Ebreo e il Gainista, il Cattolico e il Confuciano,

ti imploriamo di rimanere ancora un po’ con noi

così da poter imparare dalla tua luce scintillante

come guardare al di là delle apparenze e vedere la comunione.

 

È Natale, il tempo dell’odio è terminato.

Su questa base di pace, siamo in grado di creare un linguaggio

per tradurci a noi stessi e agli altri.

In questo Santo Istante, celebriamo la nascita di Gesù Cristo

 

nelle grandi religioni del mondo.

Esultiamo al prezioso avvento della fiducia.

Gridiamo con voci gloriose la venuta della speranza.

Tutte le tribù della terra perdono le loro voci per celebrare la promessa di

Pace.

 

Noi, angeli e mortali, credenti e non credenti,

con lo sguardo rivolto al cielo diciamo questa parola ad alta voce:

Pace.

 

Guardiamo il nostro mondo e diciamo questa parola ad alta voce:

Pace.

 

Ci guardiamo l’un l’altro, quindi in noi stessi,

e diciamo senza timidezza o scuse o esitazione:

 

Pace, fratello mio.

Pace, sorella mia.

Pace, anima mia.



Traduzione: Davide Ferrari
Annunci

Say it!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...