L’amor che move il sole e l’altre stelle

Il cielo sopra Berlino

Touched by An Angel

by Maya Angelou

 

We, unaccustomed to courage
exiles from delight
live coiled in shells of loneliness
until love leaves its high holy temple
and comes into our sight
to liberate us into life.

Love arrives
and in its train come ecstasies
old memories of pleasure
ancient histories of pain.
Yet if we are bold,
love strikes away the chains of fear
from our souls.

We are weaned from our timidity
In the flush of love’s light
we dare be brave
And suddenly we see
that love costs all we are
and will ever be.
Yet it is only love
which sets us free.

 

 

Toccati da un angelo

 
Noi, non abituati al coraggio,

esiliati dalla delizia,

attorciliati vivi in gusci di solitudine

fino a quando l’amore scende dal suo tempio sacro

e appare al nostro sguardo

per aprirci alla vita.

L’amore arriva, e sul suo treno estasi,

vecchi ricordi di piacere,

antiche storie di dolore.

Eppure, se siamo audaci,

l’amore spezza le catene della paura

dalle nostre anime.

Siamo svezzati dalla nostra timidezza

nella luce piena dell’amore,

osiamo essere coraggiosi

e improvvisamente vediamo

che l’amore ci costa tutto ciò che siamo

e per sempre saremo.

Eppure è solo l’amore

a renderci liberi.


La poesia di Maya Angelou è, come abbiamo letto negli articoli e nelle poesie pubblicati le settimane passate su questo magazine, potente, toccante, permeata di umanità, orgoglio e bellezza.

Ma la poetessa impreziosisce la sua opera poetica con gemme eleganti  e delicate, introspettive e riflessive. È il caso di Touched by an angel, in cui l’Amore, e in particolare la condizione dell’uomo innamorato, è il motivo centrale.

Nella prima strofa viene descritta la situazione di solitudine e quasi di paura, di assenza di coraggio, della vita dell’uomo esiliato dalla delizia prima che l’Amore entri nella sua vita..

L’Amore arriva come un treno. E, più che un sentimento, è una forza. L’Amore che spezza le catene; che, come scrive Dante, move il sole e l’altre stelle.

L’Amore, che apparentemente rende più fragili, ci permette tuttavia di uscire dal nostro guscio di certezze e di metterci in gioco. Di far parte del gioco e giocare la partita al massimo delle nostre potenzialità. Ci offre l’occasione di aprirci a noi stessi e agli altri con un coraggio insperato e mai sperimentato prima.

L’Amore è il contrario della paura.

La paura paralizza, occupa le nostre anime, le appesantisce, e ci incatena a terra. L’amore invece muove. Muove il nostro spirito. Il cuore cambia ritmo. Sulla nostra schiena spuntano le ali che ci porteranno a librarci nel cielo. A cambiare angolazione nel vedere il mondo. L’amore ci insegna a volare.

Sul mondo e nel mondo.

Nonostante ci costi tutto ciò che siamo, ci rende liberi perché ci mette nella condizione di prendere coscienza del mistero della vita. Dell’imponderabile; del rischio. Ci rende davvero liberi perché capaci di trasformare la paura in una semplice compagna di viaggio e di non affidarle il timone del nostro destino.

Quando siamo innamorati, sentiamo su di noi, dentro di noi, come il tocco di un angelo; come un alito divino e straordinario che ci rende capaci di meravigliarci e di nominare la realtà in altro modo. Di sentirci parte di qualcosa di più grande, di un abbraccio universale che ci rende diversi e allo stesso tempo del tutto simili agli altri. Tanto coraggiosi e orgogliosi quanto fragili e umili. Ci ricorda l’infinita meravigliosa bellezza dell’essere umano.

Come scrive il grande Anton Cechov:

Quel che proviamo quando siamo innamorati è forse la nostra condizione normale. L’amore mostra quale dovrebbe essere l’uomo.


Traduzione: Davide Ferrari
Annunci

Say it!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...