Sotto il cielo del nord

Nuvole / Clouds. Credits Davide Ferrari

Please scroll down for the English translation of the post.

Versione italiana

Sotto il cielo del nord

Mercoledì 21 novembre il vento ha portato le nuvole lituane fino al cielo di Pavia. Non erano cariche di pioggia ma di parole e hanno dato forma alla memoria, alle storie, alle emozioni di due scrittrici eclettiche che, pur essendo diverse tra loro, hanno in comune la capacità di tracciare linee immaginarie tra contemporaneità e un passato, non così remoto, per restituirci intatto il valore e l’importanza delle nostre radici, della nostra identità.

La memoria non è un dovere. È, soprattutto, una possibilità per l’anima di esplorare altri luoghi e altri orizzonti. Un’opportunità per vivere il presente in modo più autentico e consapevole.

Ogni scrittore decente ha un rapporto con la memoria. Altrimenti non è uno scrittore.

Danutė Kalinauskaitė

La memoria fine a se stessa è inutile. Deve avere un legame con il presente.

Undinė Radzevičiūtė

Queste parole riportano immediatamente a quelle di uno dei più importanti poeti italiani del ‘900:

Noi siamo quello che ricordiamo. Il racconto è ricordo. Il ricordo è vivere.

Mario Luzi

È come se lo scrittore, narratore o poeta, si servisse dei ricordi come un compositore usa le note per realizzare la propria partitura.

Quelle parole, organizzate secondo un’armonia, rendono possibile il miracolo della scrittura: trasformare la memoria individuale in memoria collettiva; creare una tensione tra passato, presente e futuro non come tempi astratti e indipendenti ma come vasi comunicanti tra culture, popoli e generazioni distanti e diverse tra loro.

La serata letteraria “Giornate della Letteratura Europea”, svoltasi nella suggestiva cornice della chiesa sconsacrata di S. Maria Gualtieri a Pavia, è stata possibile grazie alla disponibilità, al lavoro appassionato e alla collaborazione attiva tra Neva Kolman, direttore del Sistema Bibliotecario Intercomunale del Pavese “Renato Sòriga”, e Irma Šimanskytė, attaché culturale presso l’ambasciata lituana a Roma, che hanno saputo coordinare le competenze e l’attività dell’Ambasciata della Repubblica di Lituania e del Comune di Pavia per regalare alla città un evento di indiscutibile qualità e di respiro europeo.

La narrazione di Danutė Kalinauskaitė e Undinė Radzevičiūtė sembra nascere e crescere da sé, in un ritmo continuo come quello delle onde che, dal mondo interiore delle autrici, avvolge e culla il lettore in una realtà aumentata e sempre viva. L’equilibrio perfetto dei dialoghi e la costruzione psicologica dei personaggi contribuisce a rendere il volo ancora più piacevole proprio nel non essere monotono ma pieno di vuoti d’aria, di respiri, di lievi planate e di picchiate, calibrate dall’uso intelligente dell’ironia, del sarcasmo, del ritmo e del silenzio.

Markus Roduner è il pilota che accompagna e guida le nuvole lituane in giro per l’Europa perché possano ispirare forme nuove di confronto e di conoscenza tra culture differenti.

Da buon direttore d’orchestra scova le partiture di autori affermati ed emergenti per portarle ad un pubblico il più vasto possibile. Per raggiungere lo scopo si inventa e dirige il Festival Internazionale della Letteratura “Le giornate della Letteratura Europea in Šiauliai” che nel nome, Šiauliai in lituano significa La città del sole, porta l’energia vitale e il coraggio dell’omonima opera di Tommaso Campanella in cui l’autore espone un pensiero tanto attuale quanto sottovalutato: il valore del singolo non è legato a ciò che individualmente rappresenta in questa società, ma alla sua espressione spirituale ed esistenziale in quanto uomo.

L’atto dello scrivere è sicuramente uno dei più appropriati per tendere all’obiettivo.

Per ogni informazione riguardo agli autori coinvolti o per ricevere l’almanacco disponibile in diverse traduzioni rivolgersi a: bastart.me@gmail.com.
Nuvole / Clouds. Credits Davide Ferrari
Nuvole / Clouds. Credits Davide Ferrari

English version

Beneath the northern sky

That windy Wednesday of November 21 Lithuanian clouds travelled fast and far. So far to reach the skies of Pavia. But instead of cold rain they carried here words, to shape the memory, stories, and emotions of two women writers who – though different from each other – both share the same capacity: to draw imagery lines between the present and the past (not that remote after all), in order to restore the value and importance of our roots and our identity.

Memory is not a duty. It is rather a possibility for the soul: to explore new places and new horizons. An opportunity to live the present in a more authentic and conscious way.

Every decent writer has a relation with memory. Otherwise he is not a writer.

Danutė Kalinauskaitė

Memory as a goal to itself is useless. It must have a connection to the present.

Undinė Radzevičiūtė

These thoughts give an immediate link to the words that belong to one of the most important Italian poets of the 20th century:

We are what we remember. Narrating means remembering. Remembering means living.

Mario Luzi

A writer (a narrator, a poet) uses memories in a way a composer uses notes to compose his music score. If well-tuned, the words let happen the miracle of writing: transforming individual memory into collective remembrance; creating tension among the past, the present and the future. Not some abstract independent time-spans but true communicating vessels between cultures, nations and generations, distant and different among them.

The narratives of Danutė Kalinauskaitė and Undinė Radzevičiūtė seem to rise from themselves, and grow – in a continuous rhythm similar to that of waves – nurtured by the inner world, until embracing the reader and lulling him in the increased reality. Perfectly equilibrated dialogues and characters’ psychology help make the flight even more pleasant: among the numerous air-pockets, sighs, sky gliding and diving you surely run no risk of monotony. All done with a sober touch of irony, sarcasm, rhythm and silence.

The literary evening Days of European Literature took place in a suggestive corner of S. Maria Gualtieri, one of Pavia’s deconsecreted churches, thanks to the passionate work and collaboration of Neva Kolman, director of Renato Sòriga Intermunicipal Library System, and Irma Šimanskytė, cultural attaché at the Embassy of Lithuania in Rome. Thanks to this ishindenshin of the two institutions – the Embassy of Lithuania and the Municipality of Pavia – the city could enjoy an event of a questionless quality and wide European breath.

Markus Roduner is the pilot who accompanies the Lithuanian clouds and guides them through their European tour, while watching them inspire new forms through confrontation and discovery of different cultures.

Just as you would expect from a good orchestra conductor, he brings the music scores of renowned authors as well as new talents, and presents them to the public as wide as possible. To better reach his goals, he invents the International Festival of Literature, European Literature Days in Šiauliai, that in its name (Šiauliai, in Lithuanian, originates from “the city of sun”) carries the vital energy and courage of the homonymous work by Tommaso Campanella who shares an underestimated though very relevant idea: the value of a single person lies not in what he or she invidually represents in the society but to his / her spiritual and existential expression as a human being.

Writing is one of the most suitable acts while stretching towards this goal.

For more information about the authors and the almanac that is available in different languages please contact us to bastart.me@gmail.com
Words by Davide
Annunci

Say it!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...