Are you ready for the Second Coming?

The Second Coming (2008), dir. Tanel Toom

Dear readers, whether you are English or Italian speaking, poem lovers or cinema goers, you are going to enjoy what you find here. The Italian version of the post starts right below. For the English one, please scroll down. In the middle between the two, stop for a break and watch The Second Coming (2008) by Tanel Toom, the Student Academy Award winner from Estonia. 

Versione italiana

Nel 1919 il poeta irlandese W.B. Yeats, premio Nobel per la letteratura nel 1923, scrisse la poesia The second coming in cui dà voce, in modo visionario, alle sue sensazioni rispetto alla conclusione della prima guerra mondiale.

Il secondo avvento di William Butler Yeats

Traduzione di Davide Ferrari

Volteggiando nel cerchio che si allarga
il falcone non può udire il falconiere;
ogni cosa cade a pezzi; il centro non può tenere;
dilaga nel mondo la pura anarchia,
s’innalza insanguinata la marea, e ovunque
è annegata la cerimonia dell’innocenza;
ai migliori manca ogni convinzione, mentre i peggiori
sono pieni di passione intensa.

Certo è imminente una rivelazione;
certamente si avvicina il secondo avvento.
La seconda venuta! Difficile pronunciare queste parole
quando un ampio squarcio fuori dallo Spiritus Mundi
tormenta la mia visione: da qualche parte nelle sabbie del deserto
una forma con corpo di leone e la testa di uomo,
lo sguardo vuoto e senza pietà come il sole,
muove lente le sue cosce, intanto tutto intorno
spirali d’ombre di indignati uccelli del deserto.
Di nuovo cala il buio: ma ora mi è chiaro
che venti secoli di sonno granitico
erano condannati all’incubo da una culla dondolante,
e quale bestia orrenda, ora che infine è venuta la sua ora,
striscia verso Betlemme per venire al mondo?

Credo che, proprio in un’epoca come la nostra, il testo sia di un’attualità impressionante. Questi versi sono un’esperienza di tutti i giorni.

I migliori non riescono ad avere convinzioni. Anche perché, alla base, spesso manca la solidità necessaria per trasformare la potenza in atto. Infatti il centro non può più tenere e ogni cosa cade a pezzi. I peggiori invece si infervorano e si riempiono la bocca di parole vuote pensando che semplicemente gettando, più o meno casualmente, nel mare mediatico, sia esso il web, la televisione, la stampa o il Parlamento, un pezzo di legno, quello diventi una nave. E spesso lo fanno con tanto rumore, senza alcun pudore e, soprattutto, solo per se stessi e per qualche attimo di visibilità in più.

L’effetto è il dilagare di una pura anarchia e che ognuno viva, prima di tutto, per salvare se stesso in una dimensione solista e in una snervante rincorsa contro il tempo per la propria affermazione.

Il film The Second Coming di Tanel Toom offre un interessante spunto di riflessione.

La tenacia di Thomas nel voler invertire il corso della storia, la regola certa, la forza e la convinzione che va al di là della realtà visibile, sono il tentativo di custodire in se stessi la fiducia e la speranza di poter cambiare le cose. Fino a credere di poter riportare la vita in un corpo morto. Questo implica una capacità di attesa, attiva, che va conquistata con fatica. Nella solitudine speciale del silenzio interiore. Imparare la pazienza per imparare a donarsi all’altro. Per provare a volare. Come un gioco. Ma il gioco dei bambini: un gioco estremamente serio.

Finché, alla fine, il secondo avvento accade davvero. Thomas è di spalle e viene ucciso. Forse non ha il tempo di rendersi conto dei fatti, come volteggiando nel cerchio che si allarga il falcone non può udire il falconiere, ma in lui c’è la consapevolezza della propria esperienza di individuo che ha portato all’evento finale. Thomas non cerca un secondo avvento; è vivendo e donando se stesso che lo provoca e addirittura lo incarna. Thomas è il secondo avvento. Forse è quello Spiritus Mundi di cui parla Yeats: una sorta di identificazione dell’insieme delle coscienze individuali e l’anima universale.

Prima del film

Ho scritto queste poesie prima di vedere The Second Coming. Il film mi ha dato una nuova prospettiva di lettura.

Thomas, a drawning of little wings
won’t make you fly. You can’t fly.

Da The Second Coming, film di Tanel Toom

Oserò di più nel volo
se avessi due ali d’angelo.
Ma un angolo di cielo
è spazio per pochi:
solo posti in piedi
anche se gli altri sono vuoti.


Impazzire è come morire
con i ricordi intatti.
Come, ad occhi chiusi,
risvegliarsi soli
ed esser morti.


The film

The Second Comingshort film (28′) by Tanel Toom

English version

In 1919 the Irish poet W.B. Yeats, Nobel Prize in Literature in 1923, composed the poem The second coming in which, in a visionary way, spoke about his sensations related to the end of the First World War.

The Second Coming – William Butler Yeats

Turning and turning in the widening gyre
The falcon cannot hear the falconer;
Things fall apart; the centre cannot hold;
Mere anarchy is loosed upon the world,
The blood-dimmed tide is loosed, and everywhere
The ceremony of innocence is drowned;
The best lack all conviction, while the worst
Are full of passionate intensity.

Surely some revelation is at hand;
Surely the Second Coming is at hand.
The Second Coming! Hardly are those words out
When a vast image out of Spiritus Mundi
Troubles my sight: somewhere in sands of the desert
A shape with lion body and the head of a man,
A gaze blank and pitiless as the sun,
Is moving its slow thighs, while all about it
Reel shadows of the indignant desert birds.
The darkness drops again; but now I know
That twenty centuries of stony sleep
Were vexed to nightmare by a rocking cradle,
And what rough beast, its hour come round at last,
Slouches towards Bethlehem to be born?

I believe this text has an extreme relevance for us in these days. These verses constitute the experience of the everyday.

While the best fail to have any convictions, and often, lack the steadiness to put the power in action (things fall apart; the centre cannot hold”…), the worst are filling up their mouths with empty words, convinced that a piece of wood they’re throwing into the mediatic sea – be it the web, TV, press or the Parliament – will turn into a ship.

The Second Coming of Tanel Toom offers some interesting hints.

The tenacity of Thomas, in trying to invert the course of history and the immovable rule, his strength and conviction that stretch far beyond the visible reality – all this could be seen as an attempt to preserve faith and hope that you can change the way things are. To the extent to believe you can bring the dead back to life. This requires a capacity of waiting, actively. The capacity that one should earn (and learn) all alone, listening to the inner silence. In order to try to fly. As if it was a game children play: an extremely serious game, though.

Until, finally, the second coming does happen. Thomas, with his back turned, gets killed. Does he grasp the real situation? One thing is sure: he is well aware of his personal experience that brought him to the final event. Thomas is not looking for the second coming; it is by living and giving himself that he provokes it, and even embodies it. Thomas is the second coming.

Before the film

I wrote these poems before seeing The Second Coming. The film gave me a new reading perspective.

Thomas, a drawning of little wings
won’t make you fly. You can’t fly.

From The Second Coming, a film by Tanel Toom

I would dare more in flight
if I had two angel wings.
But a corner of the sky
is a space for a few:
only standing places
though all seats are empty.


Going mad is like dying
with intact memories.
Like, with eyes closed,
awakening alone
and being dead.

I would like to thank Simona Martini for the translation supervision.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Annunci

Say it!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...